ESILARANTE!

Esilarante!

A Pasqua

ed a Natale

è tanta la gente

che ancora festeggia, gioiosa-mente,

senza neppure chiedersi, tra le due,

qual è la più importante (?)

Entrambe, sicura-mente!

suggerisce l’inconsapevole mente,

poiché tutt’e due narrano d’una potente, favolosa,

meravigliosa, “Fonte luminosa” …

che lassù … brilla eterna-mente … 

Ma se non sei curiosa,

cara Anima, non saprai …

perché quella non muore mai …

 

E neanche ascolterai, probabilmente,

chi suggerisce, semplice-mente,

come, della tua mente, aprire le porte …

È facile da spiegare, se si parla dell’Amore

(che è al di là del bene e del male,

della vita e della morte)

Difficile d’accettare, se, invece,  si parla di “Lei” 

(colei che staziona sulla linea dell’equatore,

ed è sempre visibile, la notte,

dai due emisferi, in diverse ore …)

Impossibile da credere,

(per chi, a causa della superstizione,

non è ancora andato oltre la paura)

se, addirittura,

ci si riferisce ad una stella (il Sole)

o ad una costellazione (Orione),

i cui “movimenti” pare abbiano ispirato

i bellissimi racconti di ogni religione …

MISTEROSOFIA degli dèi solari

È dotato d’una grande fantasia
chi ha inventato il termine “MISTEROSOFIA”,
IO, dopo averlo trovato, l’ho analizzato
e subito utilizzato in questa semplice poesia!

“Tutti sanno che i giorni adiacenti al solstizio d’inverno (21-25 dicembre) sono quelli più corti (il Sole raggiunto il punto più basso nel cielo sembra “morire” pur muovendosi, impercettibilmente, verso Sud, per tre giorni, e rimanendo in prossimità della Croce del Sud (la Costellazione Crux), per poi iniziare a muoversi di nuovo verso Nord, facendo presagire giorni più lunghi, calore e primavera.) È evidente allora perché alcuni studiosi affermano che il Sole -Gesù- è morto sulla Croce -Crux- per risorgere dopo tre giorni…”

Come Gesù, “il 25 Dicembre si celebravano: il dio induista (della religione persiana) Mitra (il Cristianesimo fu creato tutto sulla falsa riga del Mitraismo), Krisna, l’indiano Buddha, lo scandinavo Odino, il siriano Tammuz, il gallico Thor, l’egiziano Horus, i messicani Quetzalcoalt e Gentaut, il greco Cadmo e Dionisio (che usava compiere riti con pane e vino, così come la tribù ebraica degli Esseni), il maestro divino Platone; e poi ancora Adone figlio della dea vergine Lo, i romani Issione e Quirino, ecc…

Tutti erano dèi solari (che rimandavano alla necessità catartica di rifondersi con la Divinità),” sui quali, nell’antichità, quelle civiltà, costruirono le molteplici verità, adattandole alle loro realtà …

MORTE E RI-NASCITA
“Ciò che avverrà con il simbolismo del sacrificio sul Golgota, più che una morte, sarà una nascita: la nascita dell’impulso cristico, cioè dell’ “Io sono” in tutti gli uomini  – Dio a Mosè si definì così: “Io Sono l’Io Sono“… gioco concettuale di parole a ricordarci ancora una volta che l’uomo è (D)io.” …

(Con frasi tratte da: http://www.ukizero.com/la-menzogna-di-natale/)