ASSUNZIONE

Per carità,

la mia è una semplice supposizione,

ma se davvero esistesse un’altra verità

sull’assunzione?

M’è capitato, recentemente,

d’essermi imbattuto, “casual-mente”,

in un blog davvero interessante …

In esso ho letto, con assoluto stupore,

che un popolo di strana gente,

vissuto ai margini delle civiltà

stanziate sulle coste del Mediterraneo,

già celebrava, nella remota antichità,

una sfarzosa festività 

in onore del materno Amore …

Accadeva, strana-mente,

allora come ora, il 15 di agosto,

che quello dedicasse lodi alla “dea Madre”,

per ringraziarla dei frutti che aveva loro donato,

mentre, contemporaneamente,

salutava l’anno appena passato …

Quella ingenua gente, incredibilmente,

tributava culto, anche, tra gli altri,

al dio Sole ed alla dea Luna …

sperando, così facendo,

d’ingraziarsi, per un altro anno,

la bendata … dea fortuna!

Lo so, stentate a credere …

che questa possa essere la verità,

ma cos’altro posso fare

se avete scelto di stanziare

nella vostra, superata, realtà ?

FERRAGOSTO

“Com’è noto il Cristianesimo ha ‘preso in prestito’ molte date e molti riferimenti provenienti da riti laici o pagani. In questo caso la Chiesa decise, dopo l’abolizione di tutte le feste pagane ed il conseguente malcontento popolare, di istituire il 15 agosto quella che poi sarebbe stata nota come l’Assunzione di Maria in Cielo, una credenza conosciuta a partire dal V secolo d.C., che si è sviluppata sempre più nel tempo raggiungendo un profondo radicamento nella devozione popolare. Nel 1950 è divenuta dogma di fede. In sintesi afferma che la madre di Gesù viva in cielo non solo con l’anima ma anche con il corpo e ricorda per alcuni aspetti il mito greco di Semele.”

https://www.romatoday.it/cultura/ferragosto-perche-si-festeggia.html

LA VERGINE

“La Vergine dei cristiani è la Regina del cielo. Nell’antichità pagana, la data dell’Assunzione (15 agosto) della Vergine Maria («Vergine vestita di sole» secondo l’Apocalisse [12, 1]) oscillava tra il 17 agosto, giorno di Giano, dio della porta del sole e della porta celeste, e il 13 agosto, giorno di Diana, dea etimologicamente collegata alla luminosità del sole, divinità vergine e fecondante, sorella del sole e assimilata anche alla luna. Ancora una volta, la luce simbolica e allegorica, la luce metaforica e parabolica è connessa alla luce solare cosmica e reale, concreta e astronomica. Il cristianesimo ci ha privati del cosmo pagano mascherandolo e travestendolo con storie orientali, favole mediterranee, miti egizi, allegorie ebraiche, simboli gnostici, metafore millenariste e montaggi babilonesi, sumeri, mazdei e persiani.”

(Fonte: WWW)