ARCANGELO MICHELE

 

 

La festa del pane?

L’ho scoperto poiché Sono curioso,

è un’antica tradizione senza alcunché di fenomenale …

 

Accadeva infatti, nell’antichità,

che i contadini, usassero festeggiare,

lungo la via Francigena

l’arrivo … del periodo autunnale …

che garantiva gli ultimi raccolti

prima della fine …  dell’intensa attività …

 

“Non vi fate illusioni: Dio non si lascia irridere; ognuno, infatti, mieterà quello che avrà seminato: e quindi chi semina nella sua carne, dalla carne mieterà la corruzione; chi invece semina nello spirito, dallo spirito mieterà la vita eterna. Non ci stanchiamo mai di fare il bene, perché, se non ci stanchiamo, a suo tempo mieteremo” (Gal 6, 7-10)

 

E pensare che, addirittura,

nello stesso periodo, alla fine dell’estate,

quando l’equinozio garantisce l’equilibrio

tra luce ed oscurità …

(nel probabile tentativo d’impedire l’inevitabile,

progressiva, diminuzione della luminosità …)

c’è stato chi, facendo leva sulla paura,

ha creato (allora)

il mito del principe dell’inferno …

(Lucifero o Satana …)

il quale, in perenne lotta col suo opposto

(l’arcangelo Michele)

in concomitanza col solstizio d’inverno …

viene (tutt’ora) ciclicamente sconfitto,

dal progressivo aumento

dell’irradiamento della Luce del Sole

che torna, puntualmente, ad illuminare la verità …

 

(Non Mi credete? Provate anche Voi a cercare, la chiave è: “Equinozio autunno San Michele festa del pane”)

Annunci