OBIETTIVA-MENTE

Ma davvero esiste ingenua gente che ancora crede … cieca-mente … in ciò che qualcuno afferma nascondendosi dietro le quinte?

Come si può pensare che un anziano signore di 94 anni abbia la forza per portare avanti l’azione per una faticosissima proposta di scissione?

Eppure, questa è l’informazione:
“Grano e pula, pesci buoni e cattivi appartengono alla chiesa. Non potrebbe essere questione di separare i buoni dai cattivi, ma potrebbe essere questione di separare i credenti dai miscredenti.”

Insomma, all’interno della chiesa cattolica ci sarebbe una spaccatura che a molti farebbe davvero paura:

da una parte i credenti …

dall’altra quelli che, risvegliatisi dall’illusione,
stanno cercando una nuova direzione …
per evitare di dover sopravvivere di stenti …

Non hanno ancora capito quelle persone
che la “loro istituzione” è destinata all’estinzione?

Eppure è facile,
è sufficiente guardare, “obiettiva-mente” …
al passato dell’umanità,

“alla fine” …

che ha fatto ogni religione precedente …

e con essa ogni superata, “presunta, verità” …


Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a OBIETTIVA-MENTE

  1. cometeduale ha detto:

    Tanti, tra quanti hanno ritrovato la via,
    conoscono la mia semplice filosofia 😉
    https://astronascenteblog.wordpress.com/?s=Filosofia

  2. Daniele ha detto:

    “VACUNA”?
    fa rima con LUNA … 🌝

    “Sembrava svanita nel nulla, come il nome che l’evocava. Vacùna. Dal Vacuum, il vuoto delle selve primigenie dove l’umano smarriva percezione di sé, affidandosi al divino femminino che evocava a un canto l’ozio ristoratore nella transumanza dei greggi e l’assenza della persona amata, il sostentamento fisico e morale. Punto di passo tra le dee madri preistoriche e le teogonie arcaiche, unica deità femminile al vertice di un pantheon protostorico. Suprema oggettivizzazione d’un popolo di pastori nomadi che dalle piane alluvionali tra il Tigri e l’Eufrate si mossero, a piedi, a ondate, fino alle catene appenniniche dell’Italia centrale, agli albori dell’età del ferro. Per dare vita a una comune koiné cetroitalica, impasto di lingua, cultura e strutture sociali che avrebbe permeato di sé le popolazioni di stirpe sabellica, dai piceni ai sanniti. E fondato quella Roma che, alla fine, tutti avrebbe ingoiato, padri e fratelli. Lei no. Troppo complessa era la dea, troppo distante dalla mentalità dei conquistatori e dalla rozzezza dei mores romani per poterla comprendere appieno, o anche solo assimilare. Si preferì dare a essa nomi nuovi, incerti attributi. Vesta, Bellona, Vittoria. Vacuna rimase sempre un mistero, per tutti.”
    https://www.artribune.com/arti-visive/archeologia-arte-antica/2021/07/rieti-scavi-santuario-dea-sabina/

  3. gilgameshdisumer ha detto:

    Esilarante, decisa-mente …
    … ciò che, sulla fine … pensa “certa gente” …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/?s=Esilarante

    “È in arrivo l’era dell’Acquario. Ora comanderà un Enkita, il Dio astronauta 👽 creatore e amico dell’uomo. Il serpente che simboleggia il nastro della vita del DNA. È la fine dei tempi del cristianesimo”. (Commenti di Antonio Mangiafico, al post: https://www.facebook.com/groups/fede.scienza/permalink/4299242803458044/ )

    Quella non sa, probabilmente, dell’era della pecora nera … che favorisce l’apertura della mente grazie al risveglio della coscienza che porrà fine all’esistenza d’ogni superata (e ” nuova” credenza)!

    L’ERA DELLA PECORA NERA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...