TANTI GESÙ?

 

Ascolta la Mia Voce …

è giunto, finalmente, il tempo

di scendere da quella croce!

 

Credimi, se Ti dico che è sempre di più

la gente che afferma, quaggiù,

che siano esistiti, vera-mente,

tanti Gesù …

 

Probabilmente, incredibilmente,

tra quelle persone, ora, addirittura,

ci sei pure TU …

che hai scelto d’abbandonare,

definitiva-mente, ogni religione

per procedere oltre la superata illusione …

 

Cosa possibile, assolutamente,

a chi riusce a superare la paura …

connessa, strettamente, alla superstizione!

 

Puoi farcela, naturalmente,

andando, semplice-mente,

oltre le idee che affollano la mente …

contribuendo così a favorire,

al di là di pigrizia e resistenza,

il risveglio (rinascita, resurrezione)

dell’Unitaria coscienza …

 

… “È pigrizia, resistenza pigrizia, una delle migliori armi del ‘piccolo io‘, ma non bisogna preoccuparsene: più te ne preoccupi, più quello si consolida.“ …

 (Ispirazione tratta dalla lettura del libro di Igor Sibaldi, “L’età dell’oro”, © 2002 Frassinelli, pag. 159.)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

24 risposte a TANTI GESÙ?

  1. cometeduale ha detto:

    Sì, ma … tanti quanti?
    TU sai che l’io ama … la precisione …
    mentre non sopporta … l’approssimazione …

    … “L’arrivo della Primavera è legato sin dagli albori dell’uomo all’idea di rinascita. Ed è facile capirlo: sbocciano i fiori, gli uccelli depongono le uova e i giovani animali nati a febbraio zampettano ovunque. L’equi-nozio (ovvero giorno uguale alla notte) è il momento in cui il sole finalmente supera la soglia notturna e le giornate cominciano ad essere sempre più lunghe delle notti, ormai un ricordo del buio invernale. In questo senso si può dire che la Vita supera la Morte, ovvero la vince: e chi rinasce dalla morte può essere solo divino. Nei millenni le divinità che si sono distinte per essere morte e rinate in Primavera sono innumerevoli:
    Attis, Horus, Gesù, Mithra, Jarylo, Marduk, Dioniso… e circa 300 altri.” …
    https://qcgonv.wordpress.com/2015/10/15/solstizi-equinozi-e-tradizioni-popolari/

    • gilgameshdisumer ha detto:

      Dai, ormai lo sa tantissima gente …
      .. ‘Ogni Uomo …
      che riesce ad assimilare la Sua sostanza
      trasforma la propria coscienza,
      incarnando un Cristo Vivente.”
      http://www.vopus.org/it/gnosi/mistica-religione/simbolismo-della-settimana-santa.html

      … “Riassumendo, dunque, Gesù, Osiride, Adone, Mitra, Baldur — per tacere di tanti altri che, per brevità, non menziono — discendono nella tomba ed alcuni nelle regioni infernali. Il periodo tra la morte e la resurrezione è generalmente di tre giorni e la resurrezione avviene all’equinozio di primavera o a pochi giorni di distanza da esso.

      Quanto alla interpretazione da dare a questa allegoria, si osserva innanzi tutto, che, come tutte le più importanti allegorie, anche quella della Pasqua, e cioè della morte e della resurrezione del Dio, è un mito solare, in quanto è legata alla morte del sole nella stagione invernale ed alla rinascita dello stesso in Ariete, con l’inizio della primavera. La stessa parola, «Pasqua», è all’origine del simbolo cosmico, perché la sua radice è pesach o pasch, che vuol dire «transito», cioè il passaggio del sole all’equinozio di primavera, nel segno zodiacale dell’Ariete.” …

      (Fonte: http://www.giulianokremmerz.com/index.php?option=com_content&view=article&id=628:la-pasqua-esoterica-ab-ba&catid=15&Itemid=30)

      • Daniele ha detto:

        “IO e il Padre siamo UNO” …
        … “Il padre divino di Horus era Osiride,
        con cui egli si identificava («Io e mio Padre siamo Uno»),
        mentre il padre terreno era Seb (Giuseppe); il dio Thot annuncia ad Iside che concepirà un figlio virginalmente. Horus nasce in una grotta, annunciato da una stella d’oriente, viene adorato da pastori e da tre uomini saggi che gli offrono doni. A dodici anni insegna nel tempio e poi scompare fino ai trent’anni. Horus viene poi battezzato sulle rive di un fiume da Anup (Giovanni) il battista, il quale in seguito verrà decapitato. Combatte quaranta giorni nel deserto contro Set (Satana), compie numerosi miracoli e cammina sulle acque… Sembrerebbe abbastanza, no?” …
        (Fonte: http://www.adeaedizioni.it/6-natale-il-culto-di-horus-osiride-e-iside/)

  2. L'amico Mauro ha detto:

    E se vi dicessi che esiste un modo per contarli,
    attraverso la conoscenza di un solo numero?
    https://amicidimauro.wordpress.com/2016/01/11/fortunata-mente/#comment-8627

  3. gilgameshdisumer ha detto:

    “Il significato della Salvezza.

    Cosa vuol dire allora la parola Salvezza? Perché il Cristo ci avrebbe salvato morendo sulla Croce? A questo punto dovrebbe essere molto chiaro il significato di questa assunzione.
    La salvezza, o illuminazione, di fatto è quello che nei Vangeli viene chiamato l’ingresso nel Regno dei Cieli. E come fa Gesù ad entrare nel Regno dei Cieli? Facendosi crocifiggere, naturalmente. E cosa significa per noi questo? Significa che possiamo raggiungere lo stato di illuminazione (o salvezza) solo quando ‘moriremo’ per poter poi risorgere, ma la morte e la resurrezione qui hanno solo un significato simbolico.

    Morire sulla Croce vuol dire distruggere il proprio ego, eliminando tutte le false convinzioni che creano le illusioni del mondo. Gesù rappresenta la nostra parte Divina che può esternarsi e rendersi visibile al mondo (cioè risorgere) solo dopo aver distrutto la parte di sè che appartiene alla materia, che per noi vuol dire annullare l’ego, la parte di noi che ci tiene legati all’illusione.”

    (Fonte: http://www.campoquantico.it/wordpress/una-diversa-lettura/)

    Riguardo all’illusione …
    “Sarah” ora più facile scorgere la verità ..
    https://emozionilibere.wordpress.com/2017/06/08/myriam-e-gesu/#comment-1607
    al di là della nostra realtà
    ancora immersa nella polarità …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2018/06/07/polarita/

  4. Pingback: LENTEZZA | Mondi alternativi

  5. Pingback: LASSÙ – astronascenteblog

  6. L'amico Mauro ha detto:

    Discorso complicato …
    quello dell’eclittica,
    per chi non ha studiato …

    “L’asse Terrestre è inclinato di 66° e 33′ rispetto al piano dell’eclittica.
    Il piano dell’eclittica è il piano del sole, che lo taglia all’equatore.
    Rispetto all’asse ortogonale, invece, l’asse Terrestre è inclinato di 23° e 27′.” …
    https://www.astronomiamo.it/Articolo.aspx?Arg=Sfera_celeste_ed_eclittica_Equinozi_e_solstizi

    Rischi, per questo, d’essere giudicato …
    osannato … oppure …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2018/07/15/esecrato/

  7. Pingback: ETERNITÀ – astronascenteblog

  8. Pingback: MIRAGGI – astronascenteblog

  9. gilgameshdisumer ha detto:

    Costellazioni e segni …
    “Ora, come si passa dalle costellazioni ai segni?
    Qualche ‘genio’ ha ridicolizzato l’astrologia, perché a causa della precessione le costellazioni non corrispondono più ai segni. Ma le costellazioni non hanno mai coinciso con i segni, e ciò a causa delle loro estensioni, molto diverse: si va da quella della Vergine, che è di 52° (Leone 50°, Scorpione e Pesci 48°, Sagittario e Aquario 46°, Toro 43°, Capricorno 33° (vi dice niente?!), Gemelli 31°, Ariete 28°) a quella della Bilancia e del Cancro che è di 22°. I segni, invece, sono rigorosamente di 30° ciascuno.”
    (Fonte: http://www.audacter.it/AudAstr.4.i.html)

  10. Pingback: DE-SIDERA? – astronascenteblog

  11. cometeduale ha detto:

    Credenze bibliche …

    Ora probabilmente l’hai capito anche TU …
    chi era vera-mente Gesù … (?)
    colui il quale ha incarnato il mito …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2018/11/16/mito-e-stelle/
    del Dio egiziano Horus,
    figlio di Ra/Osiride (il Sole) e Iside (Isis – la Luna) …
    ecco perché sta sempre lassù …
    http://serpente-piumato.blogspot.com/2018/10/osiride.html

    “Dai geroglifici dei tempi egizi si vedono le immagini dell’Annunciazione, dell’Immacolata Concezione, della nascita e dell’adorazione di Horus. Le immagini iniziano con Thaw che annuncia alla vergine Isis che concepirà Horus, dopodiché il fantasma sacro Nef ingravida la vergine, e abbiamo poi il parto della vergine e l’adorazione. E la storia prosegue con continue e precise analogie con la storia di Gesù.

    Anche la storia di Noè e della sua arca provengono dalla tradizione antica. Il concetto di diluvio universale o grande alluvione è molto frequente nel mondo antico, con oltre 200 citazioni in differenti periodi ed epoche, tuttavia la storia di Noè è copiata dalla leggenda di Gilgamesh del 2600 a.c..
    (Fonte: http://www.impressionisoggettive.it/culto_del_sole.htm)

    Insomma … per farla breve …
    Gesù è la nostra stella, luminosa e bella!
    Un mito nato nella notte … dei tempi …
    raccontato con una simpatica storiella …
    https://astronascenteblog.wordpress.com/2018/11/09/natale/

  12. Pingback: PARGOLO DIVINO | Mondi alternativi

  13. Pingback: DÈI – astronascenteblog

  14. gilgameshdisumer ha detto:

    Un uomo chiamato Gesù?

    Siamo in tanti a non crederci più …
    ed ora, probabilmente, pure Tu …

    http://gesuuomo.blogspot.com

  15. Pingback: FAMOSA | Mondi alternativi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...