Sinceri con Dio

SINCERI CON DIO

Non dire PADRE
se ogni
giorno non ti comporti da figlio.

Non dire NOSTRO
se vivi
isolato nel tuo egoismo.

Non dire CHE SEI NEI CIELI
se pensi
solo alle cose terrene.

Non dire SIA SANTIFICATO IL TUO NOME
se non lo
onori.

Non dire VENGA IL TUO REGNO
se lo
confondi con il successo materiale.

Non dire SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ
se non
l’accetti quando è dolorosa.

Non dire DACCI OGGI IL NOSTRO PANE.
se non ti
preoccupi della gente che ha fame,

è senza
cultura e senza mezzi per vivere.

Non dire PERDONA I NOSTRI DEBITI
se
conservi un rancore verso tuo fratello.

Non dire NON LASCIARCI CADERE NELLA TENTAZIONE
se hai
intenzione di continuare a peccare.

Non dire LIBERACI DAL MALE
se non
prendi posizione contro il male.

Non dire AMEN
se non
prendi sul serio le parole del

PADRE
NOSTRO!

Fonte: http://www.giorgiobongiovanni.it/ita/varie/sinceri_con_Dio.html

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Sinceri con Dio

  1. MARIA ha detto:

    sinceri significa prima chiari e veri col nostro se gil altrimenti non ci puo esistere il senso di sincerita e lo saisincero significa prima con me e dopo con gli altri ,se dico bugie a me ,come potrei essere vero e leale con gli altri?come potrei essere vero e sincero con il mio padre che sono io la sua creatura ?,impossibile

  2. evanescente ha detto:

    Allora nessuno dovrebbe rivolgersi mai a lui in preghiera,perchè sono sicura che nessuno riuscirebbe a rispettare tutte le frasi della "preghiera modello"o Padre Nostro…Noi siamo figli e sbagliamo,ma lui è nostro Padre e ci ama lostesso,perchè ci conosce meglio di quanto possiamo conoscerci noi,e sa anche che molti dei nostri errori sono in buona fede,sono dovuti alle nostre debolezze,alle nostre imperfezioni…Dio mio.già facevo fatica prima a pregarlo,adesso dopo questo post,mi sentirò ancora di più inadeguata…come una figlia illegittima quasi…

  3. Gilgamesh ha detto:

    Nessuno che appartenga all\’umanità che popola attualmente questo pianeta. Ma stiamo lavorando per elevarci ad una dimensione che ospiterà anime che rispondono ai "giusti" requisiti. Ce la faremo. Ancora un piccolo sforzo.Vi AmoGil

  4. Rebecca ha detto:

    Wowwww… Ciao MauroAllora tutto il testo che hai portato in questo Blog e veramente bellissimo e fa riflettere … ma io vorrei aggiungere una cosa, e scusa se mi permetti i miei pensieri.. Da anni non vado in chiesa, se no per il fatto se muore un parente del mio marito, vado per il rispetto. La preghiera “Padre Nostro” Gesù disse una volta come dovrebbe essere una preghiera per rivolgersi al Creatore, il padre nostro era un esempio, la potete rileggere tutto in Matteo 6:1-18 .. Quando sento la preghiera di padre nostro nella chiesa mi sembra ridicolo e imparato a memoria viene detto senza affetto verso il Creatore.. se io voglio qualcosa da qualcuno mi rivolgo con le mie parole e con i miei desideri o pensieri o ringraziamenti… Povera gente che prega nel collettivo tutti la stessa cosa.. Matteo 5:5 Beati i miti, perché erediteranno la terra. Se io mi rivolgo Al Grande Creatore lo faccio con il cuore e rispetto e con sincerita.. Pif – Rebecca

  5. Roberta ha detto:

    infatti mi piace più questa versione…come dice Rebecca in chiesa sembra una poesia e basta…in questo modo invece ne fa capire meglio il senso….

  6. giudi ha detto:

    Non solo il padre nostro ma anche l\’ave maria il credo ecc le diciamo x abitudine.Come una poesia imparata sin da piccoli a memoria senza soffermarci a capire il significato delle parole.Grazie gil

  7. Solpiccola ha detto:

    Ciao, la preghiera citata apparve anche alcuni anni fa nella mia parrocchia. dobbiamo essere consapevoli che abbiamo dei peccati da curare nel senso che la nostra vita sta attraverso la croce, e la nostra santificazione (Cristo è la nostra santificazione).Ti lascio un abbraccio e buona serata

  8. Gilgamesh ha detto:

    LA PREGHIERA “La preghiera è un ringraziamento, non è un mendicare qualcosa da Dio. I mendicanti non sono persone che possono pregare: la preghiera è un ringraziamento, un profondo senso di gratitudine: <<Qualsiasi cosa tu mi abbia dato, è fin troppo. Di fatto, non l’ho meritata!>>. La vita intera, attraverso l’amore, diventa un dono del divino, e ci si sente riconoscenti. Da quella gratitudine sorge la fragranza della preghiera. È un processo molto sottile: in amore si accetta se stessi e l’altro. Attraverso l’accettazione dell’amore avviene una trasformazione, si ha una visione: qualsiasi cosa si sia, comunque si sia, si è perfetti e il Tutto ci accetta. Allora si prova gratitudine, e sorge la preghiera. Non è verbale: semplicemente, tutto il tuo cuore è colmo di gratitudine. La preghiera non è un’azione, è un semplice modo di essere… Quell’intuizione verrà grazie all’amore. Sei mai stato innamorato? Respiri amore, cammini in amore; i tuoi passi hanno la qualità della danza, ed è visibile perfino agli altri. I tuoi occhi hanno una luce totalmente diversa, il tuo volto risplende, e la tua voce racchiude una canzone…L’amore ti permette di avvicinarti all’altro e, quando l’energia si muove verso l’altro, diventi dinamico. Quando l’energia si sposta verso l’altro, all’improvviso si crea un ponte tra te e l’altro: quel ponte ti darà un primo bagliore, la prima impronta, la traccia di cosa sia la preghiera. È un ponte tra te e il Tutto. Non posso concepire come sia possibile, per chiunque, arrivare alla preghiera senza aver attraversato l’amore; non esserne spaventato. Muori in amore, in modo da poter rinascere. Perditi in amore, in modo da poter tornare fresco e giovane. Altrimenti, non sarà possibile pregare. E non sentirti senza speranza, perché l’amore è l’unica speranza. Gesù dice: <<Se il sale perde il suo sapore, come potrà riconquistarlo?>>. E io vi dico: <<Se l’amore perde ogni speranza, allora non ne rimane alcuna, perché l’amore è l’unica speranza>>… Attraverso l’amore, sorgeranno molte speranze, perché l’amore è il seme della speranza suprema: Dio. Fa’ ogni sforzo, non sedimentare nell’impotenza. Forse è difficile, ma ne vale la pena… E una volta appreso l’amore, la preghiera diventa facilissima. Di fatto, non è necessario imparare a pregare; se ami la preghiera sorge da sola”. Fonte: OSHO – “Yoga della comprensione interiore” (pag. 177-179). Copyright © per l’edizione italiana 2007 Mondadori S.pA. © World Copyright: Osho International Foundation- http://www.oshoba.it

  9. Annadigiugno ha detto:

    Sì, siamo tutto questo, terreni, incapaci a volte di prendere posizione contro il male, peccatori, eppure…eppure ci sono mmomeni nella vita nei quali ti rifugi nella preghiera, lo facciamo quando siamo spaventati, quando abbiamo bisogno dichiedere, quando…ma credo che come Padre, Iddio le ascolti le nostre preghiere, ci accolga nel suo abbraccio, ci cnsoli quando ci rivolgiamo a lui, sperduti.Non lascia il Pastore il suo gregge per andare a cercare la pecorella smarrita?Sarà per questa mia convinzione che raramente mi sentirai pronunciare le preghiere che altri hanno scritto, che raramente mi vedrai cercare un tramite… il mio è, forse da superba, un discorso fatto di ricerca di silenzio, di pace, di momenti nei quali mi allontano da voci e suoni e rumori e, ceracndo in me i messaggi del mio io nteriore, mi sento vicina al divino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...