LA GENTE

LA GENTE

 

… “La gente continua ad
adorare idoli. Riduce anche Dio ad un oggetto. Perché non si può sentire
tranquilla finché non vede qualcosa di tangibile davanti ai propri occhi. Si
sente a disagio, inquieta. Un Dio sconosciuto, inconoscibile, ci mette in
difficoltà. Allora creiamo un idolo. Poi lo mettiamo davanti a noi e lo
adoriamo.


È stupido perché tu stesso hai
creato quell’idolo ed ora lo adori come se fosse lui il creatore. Adori l’idolo
come se lui avesse create te. E sei stato tu a crearlo, il vero creatore è
nascosto dentro di te. Di fatto Dio non è nell’oggetto adorato, bensì in chi
adora. Non dimora nell’oggetto cui rivolgi le tue preghiere, bensì dimora
proprio nella sorgente da cui la preghiera scaturisce” … 

 

Fonte: OSHO – “La dottrina suprema” – Una via alla
consapevolezza e all’Amore (pag. 97).

©
1983 International copyright by Osho International Foundation – Edizione
tascabili Bompiani 02/2009.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

23 risposte a LA GENTE

  1. giudi ha detto:

    Che dirti..Sono d\’accordo.Ti dico di più.Non mi confesso mai e sai perché?Non mi fido dei preti.Quelli che ho conosciuto io avevano la lingua un pò troppo lunga!!!Preferisco confessarmi direttamente con "lui"..È l\’unico che mi può giudicare

  2. Rebecca ha detto:

    Da anni non entro in una chiesa per pregare.. trovo il crocifisso una offesa verso Gesù… sarebbe come tenere una piccola pistola al collo come un ricordo quando e stato ucciso il mio nonno.. Io ho molto rispetto verso il Creatore del universo e rispetto il suo creato, ma non posso e non voglio fare parte ad un gruppo religioso e non mi voglio fare ingannare dalle false promesse dei loro predicatori..Se la bibbia e la parola di Dio – Creatore allora l’uomo dovrebbe rispettare quello che Dio ha detto al riguardo di Idoli…Nella Bibbia si parla alcune volta del fatto che noi non dobbiamo farsi immagine, idoli ecc. In Deuteronomio 4:15-19, poi Isaia 44:14-20; 46:6-7, poi Salmo 115:4.8, 2 Corinti 5:7, 1 Giovanni 5:21, Geremia 14:22, Salmo 19:7-11; 95:6-7, Matteo 5:21- 48, si inchinano ma non e scritto se devono usare simboli per pregare. Vorrei capire da dove viene l’ordine della usanza di adorare un croce dove sono i rifermenti nella Bibbia. Se la Bibbia e la parole di Dio dovrebbe essere la base per la religione cristiana, perciò anche valido per la chiesa cattolica.Pif

  3. Gilgamesh ha detto:

    … Lui è in Te … Tu sei in Lui … non essere troppo severa con Te stessa.Buongiorno a Te, mia cara amica.Gil

  4. Gilgamesh ha detto:

    Rebecca buongiorno e … complimenti! Per essere una che da anni non entra in chiesa … sei molto preparata. Personalmente non ho bisogno di giustificazioni per aver scelto di non entrare in chiesa … semplicemente ritengo che il pregare qualcuno o qualcosa sia semplicemente una tappa evolutiva. Poi un giorno ti "svegli" e decidi di dover cercare altrove … dentro di Te. E\’ lì che è nascosto l\’inconoscibile. Buona ricerca a Tutte/i Voi.Gil

  5. ♥ ღ ♥ Mikì ♥ ღ ♥ ha detto:

    Nella bibbia è scritto: “Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra”. QUESTO è QUELLLO CHE C\’è SCRITTO , MA SINCERAMENTE POSSO DIRE CHE : da piccina ho frequentato scuole private dove il tutto veniva gestito da suore, frequentavo la chiesa etc… e di preghiere osservando simboli, neho ftte tantissime, ma crescere con l\’immagine del crocifisso non mi ha dato fastidio, anzi, era nel mio piccolo, un modo per non sentirmi sola.A me piaceva, anche se non mi è mai piaciuto l\’idea delle statue che raffiguravano santi e altro, perchè mi impressionavano.I simboli non mi dispiacciono, ma adorarli in modo fanatico no.

  6. Harielle ha detto:

    E\’ proprio ciò che non conosciamo che ci mette a disagio, il mistero che ci avvolge e che non comprendiamo. A volte anche le cose quotidiane cambiano e sembrano diverse, sconosciute, solo viste in una luce diversa. E che dire della volta stellata, che in notti buie sembra così misteriosa e mette sgomento? Tutto può essere simbolo o idolo, dipende da noi, dalla nostra capacità di afferrare l\’inconoscibile.Ciao, Gilgamesh.

  7. Roberta ha detto:

    Anche io sono del gruppo….. non amo andare a "sfilare" in chiesa, non amo il clero, a parte pochi esponenti che stimerei anche se non facessero parte di quella categoria… Dio se c\’è è con me e non ho bsogno d\’andarlo a cercare in una Chiesa….ciao a tutti….

  8. giudi ha detto:

    Io non credo che il crocifisso sia un\’offesa.Al contrario penso che sia un modo x non dimenticare il sacrificio di gesù cristo x noi

  9. michele ha detto:

    noi tutti siamo membra del Corpo di Cristo e non possiamo agire da membra separate ed ognuno per conto suo. Nella Chiesa c\’è la comunione delle membra con il corpo, poi possiamo ritenerlo superfluo perchè abbiamo in noi la statura dell\’Altissimo, la sua impronta divina ma Dio si sa non si accontenta dei frammenti Egli esige tutto e nel tutto dobbiamo ricercare la comunione con le altre membra. Questo in solido è il mio pensiero.

  10. Gilgamesh ha detto:

    Il crocifisso, secondo il mio modesto parere, rappresenta l\’umanità. Sono duemila anni che siamo fermi a piangere le nostre croci, le nostre paure. Penso che sia giunto il momento di progredire …Gil

  11. Mima ha detto:

    Ciao è vero ciò che dici,ma a volte quando si è presi dal frenetico vivere ci dimentichiamo che LUI è dentro di noi e forse dare uno sgurdo al crocefisso,che la grandezza della sua venuta,ci ricorda che forse correre così tanto non ci porta da nessuna parte se nel nostro cuore non c\’è LUI!

  12. sergio ha detto:

    bè, questo tuo intervento è importante.perchè dice due cose:- Dio è in noi (sino alla consequenziale affermazione implicita "io e Dio siamo la stessa cosa solo dovute proporzioni");- la nevrosi della mente razionale ci ha fatto costruire un "Dio" a nostra immagine e somiglianza (con i danni del caso: l\’uomo ha riproposto nel suo "Dio" le stesse sue tare mentali ed emotive)Da sempre l\’esigenza dell\’uomo è stata quella di darsi una spiegazione plausibile al mistero della vita…Dalle religioni naturaliste (Sivaismo) sino a quelle "del libro" (monoteiste tra cui il Cristianesimo) si è tentato di dare a Dio una identià che permettesse di vedere la vita umana in armonia con il mondo in cui vive…la necessità di rappresentare un "Dio" comunicabile al volgo ha creato l\’antropomorfismo, con evidenti necessità scolastiche di narrazione agli analfabeti del mistero della vita…di qui la creazione di simboli a memoria di un sentire intimo di collegamento con una dimensione ultraterrena…è un discorso lungo…magari possiamo andare avanti, no?

  13. Gilgamesh ha detto:

    Cara Mima … il Lui cui Tu ti riferisci è l\’idolo citato nell\’intervento. Se non riusciremo a disfarcene non potremo evolvere.Il Lui cui Tu ti riferisci è un Messia, cioè un "uomo" che dopo aver raggiunto lo stato di illuminazione (massima espressione della consapevolezza umana) ed esser divenuto uno spirito santo, si è rincarnato (ha scelto di tornare) su questa Terra per aiutare le anime nella loro crescita evolutiva. Lui è stato un esempio da seguire. Tutti possiamo diventare come Lui!Gil

  14. MARIA ha detto:

    si giusto tutto quello che si tratta in questo intervento…ma..sempre un ma la gente.gli uomini purtroppo si sbalanciano sempre di natura ,si nascono con la paura che morirano ,e\’l\’unico specie in natura che nasce con la consapevolezza che morira ,che esiste un fine ,allora ,si nasce con la paura ,,capisci?e normale ,d\’un certo punto che vuole creare un idolo…una persona che si ammira e si sente come il dio……unico e prezioso ,anche se non e\’cosi ,.,,,perche forse dentro del suo se ha bisogno di una distruggione .un illusione ,,,,una nulla ma che lui lo fa diamante….fa parte della sua psicologia umana ,come diceva erich from e young…dolce settimana gil

  15. Gilgamesh ha detto:

    … Di erich from apprezzo tantissimo il libro dal titolo "L\’arte di amare" oserei definirlo IMPERDIBILE!Young lo trovo "difficile" da interpretare, pur avendo constatato che ha le idee chiare.La PAURA … sempre la PAURA. Ebbene sì, mia cara, è lei la causa dei nostri problemi. Analisi molto attenta. Mi compiaccio.A Sergio dico solo che non ce ne sarà il tempo. Questo blog è quasi giunto alla fine. L\’avrete capito … mi pace "morire" per poi rinascere!. Siete fantastiche/i. Vi AmoGil

  16. Emanuela ha detto:

    Giorno dopo giorno, le piccole cose, e sentire, percepire la bellezza di ciò che mi circonda.Piccoli dettagli che scaldano il cuore e l\’anima, non mi serve una religione specifica per capire la grandezza di Dio e nemmeno oggetti che lo rappresentino. Io e Dio comunichiamo e a volte ci accusiamo a vicenda di assenteismo, consapevoli comunque che ci siamo e che noi siamo….Serena settimana…

  17. Gilgamesh ha detto:

    Nulla vi è di più grande della … normalità! Grazie Emanuela e … non ti preoccupare … "Dio" non accusa nessuno, attende paziente il nostro ritorno a casa. Buona giornata.Gil

  18. Emanuela ha detto:

    Io non mi preoccupo.Sorrido per i puntini di sospensione prima della parola normalità….Un abbraccio per augurarti una serena e illuminante giornata.

  19. Emanuela ha detto:

    P.s dimenticavoNon è abbracciando una religione che si torna a casa, ma abbracciando la fede, e la fede non appartiene a un gruppo o comunità.Riabbraccio.

  20. Rebecca ha detto:

    Allora abbiamo bisogno il crocifisso per ricordarci di Gesù? Scusate il mio sarcasmo in questa occasione. Io conosco bene la bibbia, non per niente si chiamano anche le sacre scritture. Avere fede in Dio – Creatore non mi serve una religione che mi conduca verso il Creatore. Cosa ci insegna la Bibbia, la storia di Gesù con la nascita sulla terra, la morte sulla croce e la sua resurrezione. La sua resurrezione dimostra che la morte non esiste, ma l’uomo non puoi o non vuole comprendere e fissato sulla crocefissione anziché sulla resurrezione. Nelle chiese cattoliche si vede mai un immagine di Gesù … come un uomo forte vigoroso piena di vita, lui viene sempre mostrato come un bambino indifeso o morto sulla croce. Questo immagine del figlio del nostro Creatore mi sta intristendo abbiamo bisogno di vederlo morto per avere fede o ci troviamo più conforto vederlo vivo e avere la certezza che noi non moriamo mai. Già i egiziani, gli inca, maya e aztechi, i buddisti e gli indiani d’America sapevano che qui sulla terra siamo solo ospiti per un breve periodo di tempo, e come andare da una stanza in un\’altra. Naturalmente ognuno poi credere quello che vuole ma coma già detto prima nel mio primo commento il Creatore non approva nessun simbolo per la adorazione.. “Non e scritto baciate il croce e la madonna” Al riguardo se io mi rivolgo al Creatore non ho bisogno nessuna religione ho letto in Matteo 6:6 “Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiudi la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.” Da quando parlo con il cuore al nostro Creatore ho ricevuti tante ricompensi da lui, non nel senso materiale ma spirituale.. con amicizia la vostra Pif

  21. Patrizia ha detto:

    Ciao Gil..buona giornata…dico solo che in ognuno di noi c\’è il proprio credo..che sia Dio o altro,basta non fare del male ad alcuno e vivere nell\’onestà e nei valori che rendono "l\’Uomo"..degno di essere tale..

  22. Gilgamesh ha detto:

    Ciao Patrizia. Buona giornata. "Ama e fà ciò che vuoi" così qualcuno prima di me ha sintetizzato i reali valori della Vita.Gil

  23. JACKMAX ha detto:

    PICCOLE COSE CHE FANNO ENORMI DIFFERENZE…COME CERCARE UN SENSO ALLA VITA FATTO DI TRAGUARDI..DIMENTICHI CHE è ALLA PARTENZA…CHE TUTTO PRENDE UN SENSO..E MAGARI NEL PERCORSO….UN SALUTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...